Insegnamento "Elaborazione, trascrizione e arrangiamento"

Pannello di gestione dell'insegnamento per l'A.A. 2019/2020

Nome inglese
Adaptation and Arrangements  
Area FIT
 
Ore
25  
Frequenza minima
80%  
Frequenza minima (debito)
80%  
Modalità d'esame
Elaborazione, trascrizione e arrangiamento (Biennio) A.A. 2018-19

DOCENTE
Paolo Furlani
DURATA
BIENNIO: 25 ore di gruppo
CFA
5
FINALITÀ DEL CORSO
Il corso si propone di trasmettere agli studenti alcune semplici indicazioni sui criteri da adottare nel lavoro di “Elaborazione, trascrizione e arrangiamento” di brani di repertorio, da adattare a un organico diverso o a specifici livelli di difficoltà strumentale.
FORMA DI VERIFICA
Breve prova scritta di trascrizione e verifica della conoscenza degli strumenti studiati.
CALENDARIO
Le lezioni si tengono il mercoledì, con orario 10,30-13 (in aula 14, sede centrale) secondo il seguente calendario (passibile di aggiornamenti successivi):
20 e 27 marzo 2019; 3 e 10 aprile 2019; 8, 15, 22 e 29 maggio 2019; 5 giugno 2019.
PROGRAMMA DI STUDIO
Nelle lezioni introduttive il docente fornirà alcune indicazioni sulla scrittura strumentale e sul funzionamento tecnico degli strumenti più usuali (almeno uno ad arco, uno a fiato, il pianoforte o altro strumento a tastiera, la chitarra o altro strumento a corde pizzicate, i più usuali strumenti a percussioni), anche sulla base degli strumenti suonati dagli studenti iscritti al corso, che prenderanno parte attiva nella presentazione del proprio strumento.
Successivamente verranno scelti alcuni brani, concordati con gli studenti, da trascrivere ed elaborare sulla base di un organico concordato, che potrebbe essere quello formato dagli stessi studenti iscritti al corso (con eventuali minime integrazioni).
I brani utilizzati potrebbero essere semplici melodie da armonizzare ed arrangiare (ad esempio le canzoni di Natale) o qualche brano del repertorio della musica classica, da tagliare ed adattare all’organico disponibile, sia allargando l’organico (ad esempio da un brano per Pianoforte solo ad un ensemble), sia dovendo restringere (ad esempio da un brano orchestrale ad un ensemble da camera o ad una riduzione pianistica).
Se sarà possibile, si prevede di destinare almeno una lezione all’esecuzione dei brani prodotti durante il corso, con un piccolo ensemble formato dagli stessi studenti iscritti al corso (con eventuali minime integrazioni).
È fortemente consigliata per la partecipazione al corso la disponibilità di un proprio sistema informatico di videoscrittura musicale (preferibilmente Finale, oppure Sibelius) con cui realizzare tutti gli esercizi: dalle semplici elaborazioni assegnate in classe agli esercizi da svolgere a casa, sino alla partitura finale, da cui si ricaveranno anche le parti staccate.
PROGRAMMA D'ESAME
Breve prova scritta di trascrizione con organico assegnato dal docente. Eventuale prova orale sulla conoscenza degli strumenti.
BIBLIOGRAFIA
Bibliografia essenziale:
Carlo Jachino, Gli strumenti d’orchestra, MI Curci 1950

Testi di approfondimento:
Samuel Adler, The Study of Orchestration, NY W.W.Norton & C. 1982 (disponibile anche in traduzione italiana)
A.Casella e V.Mortari, La tecnica dell’orchestra contemporanea, MI Ricordi 1950
Hector Berlioz, Grande trattato | di strumentazione e di orchestrazione, MI Ricordi 1912
Pippo Barzizza, L’orchestrazione moderna nella musica leggera, MI Curci 1952
Henry Mancini, Sounds and Scores, Northridge Music, Inc. 1973
Rayburn Wright, Inside The Score, Kendor Music, Inc. 1982

NB: si raccomanda agli studenti intenzionati a frequentare il corso di prendere contatto col docente, specificando il proprio strumento, scrivendo una mail a: p.furlani@consfi.it
 
Iterabile
No  
Idoneità
Sì  
Livello
Biennio  
Collettivo/individuale
Gruppo  
Debiti
No  
Mutuabile
Sì  
Accumulo ore
Sì  
Attivo
Sì  
Creazione
29/04/2019  
Ultimo aggiornamento
06/10/2019  

Crediti assegnati per tipologia

Tipologia A 0 Crediti
Tipologia B 0 Crediti
Tipologia C 5 Crediti
Tipologia D 0 Crediti
Tipologia E 0 Crediti
Tipologia F 0 Crediti